El planto de la Verzene Maria

Trama

Lauda antichissima composta – secondo una tradizione accolta dai critici -intorno al 1325 da Enselmino, frate eremitano, predicatore e priore del monastero agostiniano di Santa Margherita (Treviso), El Planto de la Verzene Maria conobbe fino al Quattrocento larga diffusione, per essere poi riscoperto nel Novecento e pubblicato in un’edizione a cura del poeta trevigiano Ernesto Calzavara.
Il Planto di Fra’ Enselmino è un poemetto in 1515 versi che dà voce al lamento della Madonna per la morte del figlio. Legato al filone della letteratura devozionale, si inserisce nel contesto delle declamazioni e delle rappresentazioni paraliturgiche diffuse in Europa durante l’intero Medioevo, che venivano allestite davanti alle chiese o a margine delle celebrazioni ecclesiastiche.
Il linguaggio della lauda fornisce un ritratto del volgare trevigiano antecedente alla contaminazione col veneziano, e ha il tono e il vigore della lingua parlata. È aspro e diretto, capace di esprimere con efficacia il dolore e la disperazione di uno dei testimoni principali della Passione.
In una sorta di cronaca,Maria racconta la propria pena, e nello svolgersi della narrazione si intrecciano alla sua altre memorabili voci: Gesù, la Maddalena, il discepolo Giovanni.
Questa nuova edizione vuole essere un omaggio a un testo di rara intensità e forza evocativa, che permette di annoverare la Marca trevigiana entro un panorama culturale di respiro europeo.

Dettagli

10,00 

ISBN: 9788884092205 Argomento:

Informazioni aggiuntive

Dimensioni: 19 × 12 cm
ISBN-10: 8884092205
Autore: Fra' Enselmino da Montebelluna
Curatore:
Pagine: 80
Confezione: brossura
Anno edizione:
Casa editrice: Canova